Alcuni degli ebook che abbiamo prodotto:

Servizio di conversione e creazione ebook per editori ed autori.
Conversione da Word, inDesign, XPress, pdf, odt... in ePub e mobi

Per informazioni scrivere a: info@guidaebook.com


Home » Analisi

Editori ibridi o specializzati?

4 marzo 2010 0 commenti
Carina Press

Agli editori che intendono entrare nel mercato degli eBook si pone un dubbio iniziale: utilizzare la stessa struttura che produce i libri tradizionali o costruirne una nuova specializzata per la realizzazione di eBook?
Dagli Stati Uniti viene l’esempio di Harlequin, che ha costituito la “Carina Press” per produrre solo eBook. Harlequin è una casa editrice specializzata in narrativa rosa, conosciuta e pubblicata in tutto il mondo. Ha già iniziato a produrre eBook a partire dai libri già pubblicati o dalle novità, ma ha voluto costituire anche una società parallela specializzata negli eBook, la Carina Press.

Perché scegliere di costituire una casa editrice indipendente per gli eBook? Semplice, perché la produzione di eBook richiede una struttura diversa rispetto all’editoria tradizionale, più snella e veloce, più reattiva nella produzione ma anche più proattiva verso il web. La Carina tratta libri esclusivamente in eBook, ma il discorso non è molto diverso quando si tratta di portare in eBook un libro già edito.

Innanzi tutto la natura degli eBook rende possibile una scelta fra un numero maggiore di autori e una maggiore velocità di produzione.
Non dovendo investire soldi in carta e stampa per un numero minimo di copie, soldi che poi sarebbe necessario recuperare con le vendite, è possibile addentrarsi in generi o pubblicare autori che altrimenti sarebbero impraticabili. Lavorando tutto in digitale e non essendovi tempi industriali dovuti a fornitori di carta e tipografie, la lavorazione del libro può essere molto più rapida.
Ciò implica una maggiore reattività rispetto a temi d’attualità od a mode, ad esempio. Facciamo il caso che un qualche tema riscuota un grosso successo o attenzione nell’opinione pubblica, un avvenimento di cronaca oppure un romanzo, un telefilm, un film… è possibile uscire con titoli relativi a quel tema nell’arco di pochi giorni senza dover aspettare i mesi necessari con la stampa tradizionale.

Quando si pubblica un libro a stampa, è necessario che sia inserito in una programmazione ben definita e che deve riguardare l’arco di molti mesi. I libri si stampano su carta, e la carta va acquistata prima, magari considerando eventuali fluttuazioni nel prezzo e le offerte di diverse cartiere, anche con molti mesi di anticipo. La carta, comunque, va trasportata dalla cartiera alla tipografia, e poi ci deve essere la stampa e l’allestimento, tutte operazioni che richiedono settimane di tempo.
Se non si è programmato bene gli acquisti di carta, non si può stampare nulla, e se si deve aggiungere un libro alla programmazione, ecco che si deve rinunciare o posporre qualche altro titolo che rimarrebbe senza carta. Comprare carta “all’istante” invece di averla prenotata in cartiera in anticipo con il dovuto formato e la dovuta quantità, può arrivare a costare anche il doppio, ed allora pubblicare un libro può diventare proibitivo.

Tutti questi problemi non ci sono con gli eBook, non serve una programmazione rigorosa che poi deve essere rispettata alla lettera, al calendario. C’è un omicidio clamoroso in cronaca, uno scandalo, un cataclisma naturale, oppure diventa improvvisamente popolare un genere come le streghe, gli zombie, i medici del pronto soccorso, i serial killer buoni, le madri minorenni… è possibile far uscire un eBook in pochi giorni e cercare di sfruttare l’onda di popolarità.
Naturalmente per pubblicare un eBook serve avere un testo, e qui viene un’altra caratteristica molto diversa fra la struttura editoriale tradizionale e quella di una casa editrice di eBook. E’ necessario che vi sia un “parco autori” molto più grande di quello tradizionale, è necessario che la casa editrice di eBook raccolga e cataloghi un gran numero di manoscritti completi o semilavorati da utilizzare, e che abbia autori in diversi argomenti e campi a cui si possa chiedere di preparare nuovi testi o modificare testi in preparazione.

Dopo la pubblicazione, che nell’eBook vuol dire “subito” e che deve partire contemporaneamente alla preparazione dell’eBook stesso, va fatto il lavoro di marketing, che ha più l’aspetto della “post-produzione” che del marketing come viene svolto attualmente. Niente cocktail, niente cene con personaggi della cultura, niente promozione stampa, niente copie mandate a critici amici od a giornalisti delle pagine della cultura da corteggiare. Facebook e Twitter per diffondere il titolo, un sito con contenuti accessori (video, interviste, documenti…) collegato al libro, un blog dell’autore se già non ne ha, un forum dove i lettori possono inserire sin da subito impressioni e dove possono discutere… quando esce, nell’eBook stesso dovrebbero esservi inseriti tutti questi riferimenti già pronti in modo tale che il lettore possa collegare subito il libro alle risorse di sviluppo dei contenuti del libro e di socializzazione con gli altri lettori dello stesso libro, agli appassionati, in modo da sviluppare altro interesse, unirli e magari convogliarli verso altri eBook esistenti o futuri sullo stesso tema.

Un insieme di competenze e di funzioni che una casa editrice tradizionale non ha, oppure che ha ma che sono marginali nell’editoria su carta. Un editore tradizionale vede ogni contenuto dato gratuitamente come una perdita, come un libro non venduto, come una occasione persa per guadagnare od almeno recuperare le spese. Invece nell’editoria degli eBook dare un primo capitolo in lettura gratuita sul sito abbinato al titolo, e magari anche pubblicare sul sito un capitolo “bonus” che può essere compreso solo avendo già letto l’eBook, non è una perdita ma è una acquisizione di lettori.
E’ ovvio, infatti, che in una casa editrice specializzata in eBook non ci debba essere solo una struttura diversa da quella di una casa editrice tradizionale, ma anche una mentalità diversa ed una strategia diversa.

Scritto da Luigi |

Scrivi il tuo commento

Add your comment below, or trackback from your own site. You can also subscribe to these comments via RSS.

Be nice. Keep it clean. Stay on topic. No spam.

|